Stitichezza in gravidanza: perchè compare e come combatterla

Assai diffuso tra le donne in attesa, oltre al senso di pesantezza e gonfiore, la stitichezza può favorire la comparsa di emorroidi, cistiti e infezioni vaginali. Rimedi e accorgimenti per combatterla.

 

 

Perché la stipsi compare o peggiora in gravidanza ?

  • Innanzitutto per l'effetto del progesterone, l’ormone che, come indica l’origine del suo nome (“pro-gestare”) facilita la prosecuzione della gravidanza, in quanto rilassa la muscolatura dell’utero; migliora la crescita della componente muscolare (“miometrio”) dell’utero stesso, che da 7-8cm diventa a fine gravidanza di 35-40cm; e promuove l’attività della placenta, essenziale per nutrire il bambino. La sua azione rilassante delle fibre muscolari si estende anche all’apparato digerente e in particolare all’intestino riducendo l’efficacia della peristalsi, cioè delle contrazioni involontarie della muscolatura liscia intestinale. Per questa ragione, talvolta la stitichezza in gravidanza compare già nelle prime settimane, in concomitanza con l’aumento dei livelli di progesterone nell’organismo della futura mamma.
     

  • Un altro cambiamento fisiologico che contribuisce ad accentuare la stipsi è l’aumento della capacità dell’intestino di assorbire acqua. In gravidanza l’organismo della donna necessita di una quantità di liquidi maggiore e dunque ne trattiene di più dagli alimenti. Le feci, impoverite d’acqua, si induriscono e il loro transito rallenta ulteriormente.

  • Col progredire dell’attesa, alle cause della stipsi si aggiungono anche fattori di tipo meccanico: la riduzione dell’attività fisica e il peso dell’utero che comprime l’apparato gastrointestinale rallentando tutto il processo digestivo. Non a caso, spesso la stitichezza in gravidanza compare per la prima volta o si accentua sensibilmente nella seconda metà dei nove mesi.

 

Consigli validi per tutti i giorni

A fare il punto sulle strategie per alleviare la stitichezza sono le raccomandazioni dell'Organizzazione mondiale della sanità per un'esperienza positiva della gravidanza, rilasciate a novembre 2016.

 

1. La prima indicazione è bere di più. In gravidanza aumenta il fabbisogno di acqua e, se non se ne assume abbastanza, le feci si induriscono e diventano ancora più difficili da espellere. I classici 2 litri al giorno sono raccomandati soprattutto adesso: anzi, meglio arrivare anche a 2,5 litri!

 

2. La seconda indicazione riguarda l'alimentazione: bisogna aumentare il consumo di fibre, presenti in alimenti come verdure (crude o cotte), frutta, frutta secca, legumi e cereali integrali (pane e pasta). Spesso basta correggere il tiro della propria alimentazione per risolvere il problema. Per chi dovesse averne bisogno - sentire il proprio medico al riguardo - esistono anche degli integratori alimentari di fibre.

3. Infine, anche il moto dà sicuramente una mano. Una camminata di mezz’ora al giorno, ma anche un pò di ginnastica o altro sport (da concordare col ginecologo) aiutano i movimenti peristaltici dell’intestino.

Se la stipsi è ostinata ci sono farmaci utilizzabili ?

Se questi accorgimenti non fossero sufficienti è bene consultarmi, solo alcuni farmaci lassativi, mucillagini,  lattulosio possono essere prescritti. Questi farmaci richiamando acqua nell’intestino - e aumentando in tal modo il volume delle feci - facilitano l’espulsione.

  • Instagram
  • Facebook Social Icon
This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now