Cos'è la vulvodinia ?

Per vulvodinia si intende un fastidio vulvare spesso descritto come bruciore, dolore o dispareunia, in assenza di alterazioni obiettive visibili o di specifici disturbi neurologici clinicamente identificabili, della durata di almeno 3 mesi.

I sintomi del dolore vulvare

I sintomi possono essere localizzati alla zona esterna dell'introito vaginale ed in questo caso si parla di vestibolodinia oppure possono essere generalizzati a tutta la vulva. Si manifestano con:

 

1) dolore al toccamento della zona o al tentativo di penetrazione vaginale

2) bruciore localizzato

3) area infiammata con eritema vestibolo-vulvare

Le cause del fastidio

Nel 2003 l' International Society for the Study of Vulvovaginal Disease (ISSVD) ha diviso e classificato le potenziali causa di dolore vulvare in quattro potenziali categorie:

 

  • Infezioni

  • Dermatosi

  • Neoplasie

  • Lesioni neurologiche


- Infezioni: la Candida albicans è la principale infezione caratterizzata anche da prurito ed un obiettività con eritema e leucorrea a carattere granuloso; nell'Herpes genitale, rilevante causa di dolore vulvare a genesi infettiva, dominano lesioni ulcerative multiple con alone eritematoso. Tuttavia numerosi agenti infettivi possono essere alla base del dolore, pertanto andrà opportunamente effettuato uno screening infettivologico.


- Dermatosi: tra queste lesioni infiammatorie a base immunologica, spiccano per frequenza il Lichen sclerosus ed il Lichen planus erosivo. Nel Lichen sclerosus dominano le aree bianche vulvari ed il prurito; non infrequenti sono il bruciore e la dispareunia conseguenti ad ulcerazioni o stenosi dell'introito vaginale. Il Lichen planus erosivo si manifesta con lesioni erosivo-ulcerative a prevalente sede vestibolare,demarcate da lievi aree bianche; la malattia provoca bruciore e dispareunia spesso molto intensa.


- Neoplasie: lesioni preneoplastiche (VIN) o neoplasie maligne quali il carcinoma squamocellulare, possono presentarsi con lesioni ulcerative o vegetanti causa di bruciore e dolore vulvare.


- Lesioni Neurologiche: formazioni cistiche in corrispondeza dell' emergenza delle radici nervose del nervo pudendo (Cisti di Tarlov), come pure intrappolamenti post-traumatici dello stesso nervo in fossa ischiorettale (Sindrome del canale di Alcok),possono dare dolore o bruciore vulvare a sede mal identificabile, e spesso legati alla postura. Queste condizioni che mimano una vulvodinia generalizzata sono poco frequenti.

La terapia

Dipenderà chiaramente dalla diagnosi, diversa da paziente a paziente. La risoluzione dell'eventuale infezione o dermatosi è la base, l'utilizzo di antibiotici locali uniti ad antifiammatori locali o composti che a basso dosaggio agiscono sulla trasmissione del dolore fino al supporto psicoterapico rappresentano la scelta in grado di eliminare questa patologia fastidiosissima. 

  • Instagram
  • Facebook Social Icon
This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now