L'Ecografia del III° Trimestre di gravidanza

L’ecografia ostetrica eseguita nel terzo trimestre ha lo scopo principale di rivalutare le strutture anatomiche già studiate precedentemente alla morfologica, esaminare il liquido amniotico e monitorare lo stato funzionale della placenta. Ciò si riflette in un corretto accrescimento del feto che viene valutato misurando le strutture fetali come la circonferenza cranica, la circonferenza addominale e le lunghezze degli arti. Mediante tabelle elaborate da più autori scientifici è possibile ricavare da queste misurazioni anche una stima del peso e della lunghezza fetale.

La "Flussimetria"

La flussimetria dei vasi fetali rappresenta l'apice dell'ecografia ostetrica della fine del secondo e del terzo trimestre, e consiste nel misurare la velocità del flusso a livello delle Arterie Ombelicali e dell' Arteria Cerebrale Media. La Flussimetria Ombelicale valuta il distretto vascolare del lato fetale della placenta, mentre la Flussimetria dell' Arteria Cerebrale informa sullo stato di dilatazione del letto vascolare del cervello. Alterazioni di questi parametri sono gravi e possono indurre il ginecologo ad anticipare il parto o ad effettuare un taglio cesareo d'urgenza in quanto spie di modifiche patologiche della circolazione materno-fetale.